Finalmente al PalaMaiata: spettacolo in campo e sugli spalti

Finalmente al PalaMaiata: spettacolo in campo e sugli spalti

Una bello spettacolo sportivo in campo e sugli spalti! La prima al PalaMaiata, la nuova casa della Tonno Callipo Calabria, è stata una serata perfetta.

Al di là della sconfitta, la formazione giallorossa ha sicuramente regalato due ore di buon volley agli oltre duemila spettatori accorsi per l’esordio nel rinnovato palazzetto vibonese. Un tripudio di emozioni, spalti colorati e affollati e, soprattutto, applausi scroscianti:prima, per il presidente Pippo Callipo, che affiancato dal presidente della Provincia di Vibo Valentia, Salvatore Solano, e dal sindaco della città, Maria Limardo, ha tenuto a battesimo la breve cerimonia di inaugurazione della struttura con il simbolico taglio del nastro in campo. Ed in verità, gli applausi sono arrivati anche a fine gara: si è ammirata una squadra, quella di mister Cichello che ci ha messo cuore e grinta difronte ai titolati avversari di Perugia, lottando punto a punto per tutti e quattro i set. Ovviamente poi è venuta fuori la maggiore esperienza e forza tecnica di Leon&compagni, ma la Callipo non ha per nulla sfigurato, anzi il plauso finale del PalaMaiata è stato il giusto premio all’impegno dei giallorossi.

Parte piano la Callipo che subisce Perugia nella parte iniziale (3-5), salvo poi tentare di rientrare ma Carle non basta a rispondere a Plotnytskyi in gran serata. Gli ospiti allungano (16-13) ma Vibo sospinto da Aboubacar e De Falco rientra nel set dando filo da torcere agli umbri che non si aspettavano forse questa combattività dei padroni di casa. Abili a portarsi ad un punto (20-21) e addirittura a pareggiare (22-22) con un ace di Mengozzi. E’ una Tonno Callipo entusiasmante quella che chiude il set a proprio favore con Aboubacar che fa esplodere di gioia il PalaMaiata.

Nel secondo set Perugia non vede l’ora di riscattarsi e si intravvede anche un po’ di nervosismo, Si viaggia punto a punto con Leon che inizia a far vedere le potenzialità che tutti conoscono, sempre supportato da Plotnytskyi. Vibo accusa il divario e sembra mollare (17-21) ed invece con grande determinazione infila tre punti portandosi 20-21. A questo punto ecco l’orgoglio dei campioni con Plotnytskyi decide il parziale nonostante un vano ace di Mengozzi per il 21-24. E così si va sull’1-1.

Parte bene nel terzo parziale la formazione di casa che non mostra timori verso Perugia (6-3, 8-4): anche in questo gioco i calabresi rispondono punto su punto e trovano le giuste contromisure agli attacchi di Perugia riuscendo ad accorciare le distanze (19-20). Qui entra in gioco mister Heynen che chiama dalla panchina Lanza e Podrascanin abili in attacco portando così avanti Perugia per 2-1.
Tenta l’ultimo assalto Vibo nel quarto set, parità all’inizio (6-6) ma Perugia fa valere il diverso spessore tecnico. Sempre Lanza e Podrascanin fanno valere la maggiore freschezza, nonostante De Falco e Aboubacar (rispettivamente 18 e 19 punti) tengano accesa la speranza dei calabresi. Sembra di rivedere il set precedente: Vibo sotto di uno (20-21) ma stavolta è Atanasijevic ad infilare un paio di attacchi vincenti, oltre a Leon che sale in cattedra sempre chiamato in causa da De Cecco nei momenti topici.

LE DICHIARAZIONI POST-GARA: 

Michele Baranowicz (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia): «Abbiamo fatto una bella partita, ma sono altri i match su cui puntare. Abbiamo avuto tante occasioni e vuol dire che abbiamo lavorato bene. Loro hanno avuto qualcosa in più sulla battuta e anche quando li abbiamo messi in difficoltà in ricezione sono venuti fuori con grandi attacchi. Perugia è una squadra molto forte. Stasera abbiamo finalmente vissuto l’emozione di giocare a casa. Ringrazio a nome della squadra il presidente Callipo per gli enormi sacrifici compiuti e i tifosi che non ci hanno mai abbandonato».

Massimo Colaci (Sir Safety Conad Perugia): «E’ stata una partita molto dura come ci aspettavamo. Noi abbiamo giocato abbastanza male, quindi ci siamo complicati un po’ la vita, ma è anche vero che Vibo ha espressi una buona pallavolo e ha spinto tanto al servizio mettendoci in difficoltà. L’importante per noi era portare a casa la vittoria per dare seguito al nostro momento positivo. Ci siamo riusciti. Non mi dono sorpreso di fronte alle difficoltà perché mi aspettavo una Callipo così combattiva. Si tratta di una formazione cresciuta molto rispetto a qualche mese fa e spero che raggiunga la salvezza. Da meridionale mi auguro che arrivi sempre più in alto».

 

IL TABELLINO: 

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Sir Safety Conad Perugia 1-3

(25-22, 21-25, 22-25, 21-25)

TONNO CALLIPO CALABRIA: Mengozzi 3, Aboubacar 19, Vitelli, Carle 14, Chinenyeze 9, Rizzo (L pos 35%, pr 25%), Baranowicz 2, De Falco 18, Hirsch, Marsili. Ne: Ngapeth, Sardanelli (L), Pierotti. All. Cichello.
SIR SAFETY PERUGIA: Piccinelli (L), Ricci 10, Hoogendoorn, Taht, Biglino, Leon 21, Lanza 6, Zhukouski, Russo 4, Colaci (L pos 47%, pr 33%), Atanasijevic 13, De Cecco 3, Plotnytskyi 14, Podrascanin 4. Ne: Hoogendoorn, Taht, Biglino. All. Heynen.
Arbitri: Frapiccini e Luciani.
Callipo: ace 4, bs 17, muri 4, errori 4. Perugia: ace 7, bs 17, muri 9, errori 6.
NOTE – durata set: 26′, 30′, 28′, 25’. Spettatori: 2133, incasso 3354,00 euro.
Mvp Leon (Perugia)

 

UFFICIO COMUNICAZIONE

Rosita Mercatante

ufficiostampa@volleytonnocallipo.com

Articoli correlati

Posted by Ufficio Stampa | 26 febbraio 2020
Stop forzato della Superlega per Coronavirus: giallorossi continuano a lavorare in attesa di tornare in campo
La Fipav ha annunciato la ripresa regolare di tutti i campionati a partire dal 2 marzo per le zone non interessate da ordinanze governative o regionali. In attesa di sapere con...
Posted by Ufficio Stampa | 25 febbraio 2020
Il presidente Callipo: “Finora è stata una stagione condizionata da tante negatività, ma non demordiamo”
Dopo lo stop per l'allarme Coronavirus, la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia è pronta a ripartire dall'impresa di gruppo compiuta in casa contro Padova. Ancora cinque partite da disputare prima...
Posted by Ufficio Stampa | 24 febbraio 2020
L’allarme Coronavirus ferma anche la Superlega. Rinviata la gara casalinga del 29 febbraio con Milano
Anche la pallavolo si ferma per il Coronavirus. Le gare di Superlega in programma fino al primo marzo sono state rinviate a causa dell'emergenza. Rinviata a data da destinarsi anche...