Il centrale Chinenyeze: “Allenarsi con coach Baldovin è stimolante. Dopo i buoni risultati ottenuti dobbiamo spingere ancora”

Il centrale Chinenyeze: “Allenarsi con coach Baldovin è stimolante. Dopo i buoni risultati ottenuti dobbiamo spingere ancora”

E’ una delle piacevoli conferme della Tonno Callipo di questo campionato di Superlega: ci riferiamo a Barthélémy Chinenyeze che nella scorsa stagione aveva già mostrato di avere la stoffa del buon pallavolista ed ora sta impressionando per rendimento e prolificità. Il francese classe ’98, infatti, dopo 9 gare disputate è in vetta alla classifica generale dei centrali con 105 punti assieme al canadese Swzarc di Cisterna (che però ha giocato un match in meno e si è spesso disimpegnato anche come opposto). Per il nazionale transalpino della Callipo si contano 6 ace, 19 muri e 80 attacchi vincenti. Colpisce anche la sua grande intesa con l’esperto palleggiatore Davide Saitta, abile a trovarlo in azzeccati primi tempi che entusiasmano per tecnica e rapidità.

Un torneo in crescendo da parte di Chinenyeze, apparso più a suo agio in questa seconda stagione alla Tonno Callipo tanto da andare sempre in doppia cifra finora, tranne che in due circostanze, alla quarta giornata a Padova dove ha realizzato 7 punti ed in casa contro Piacenza in  cui ha chiuso con 9. Per il resto, fin dall’esordio a Perugia (con 12 punti), passando per il miglior score (15) alla quinta giornata in casa contro Verona, per finire domenica nella tana della capolista Civitanova dove ha messo a terra 13 palloni, Chinenyeze ha avuto un rendimento dagli standard elevati, dando l’impressione di avere ancora grossi margini di miglioramento. In sequenza ecco i punti realizzati: 12 quelli contro Perugia e Modena, è salito a 14 a Milano nella prima vittoria stagionale. Per scendere, come anticipato, a 7 nella successiva trasferta di Padova e poi passare a 15 punti nel 3-2 rifilato al Verona nel primo successo interno. Quindi 11 punti a Ravenna, 9 nel ko rimediato in casa per mano di Piacenza per poi attestarsi alla sua media con 12 punti contro Monza e 13 sul campo della corazzata Civitanova.

Babar” com’è chiamato comunemente da compagni e amici, viste le restrizioni da pandemia dichiara di avere più tempo da dedicare alle telefonate con la fidanzata e i familiari, al relax casalingo e ai videogiochi.

Si dice soddisfatto di questo avvio di stagione: “Mi trovo molto bene con la squadra, c’è veramente una buona energia in campo e sono molto contento di essere ancora qui a difendere i colori giallorossi. Sul piano tecnico ho un’intesa perfetta col palleggiatore Saitta, so anche che devo migliorare ancora molto soprattutto a muro. Ho a un ottimo rapporto con il coach Baldovin e con tutto lo staff tecnico. Credo che quest’armonia aiuti molto a far arrivare sia i risultati individuali che quelli di squadra”. La Callipo è terza in classifica con Milano a quota 16 punti. “Se ce l’aspettavamo? Sinceramente no – ammette Chinenyeze – . Un inizio di stagione così positivo non l’avevamo pronosticato. Sapevamo di essere una buona squadra, ma piazzarci terzi con Milano è davvero una bella sorpresa. Dobbiamo però continuare a spingere senza perdere la concentrazione. Vediamo dove riusciamo ad arrivare”. Tra le perle di questo terzo di campionato, mancano solo le gare con Trento e Cisterna per chiudere il girone di andata, c’è sicuramente l’impresa di Civitanova, sesta vittoria stagionale. “È stato tutto bellissimo – concorda Babar – , siamo arrivati in campo con una buona mentalità. Focalizzati sulla nostra metà campo e sul nostro gioco senza pensare all’avversario. Il nostro obiettivo era giocare bene e lottare su ogni singola palla, punto e set. Alla fine è davvero stata una grande vittoria, il giusto premio al nostro lavoro”. Poi gli elogi a coach Baldovin. “Lo apprezzo tanto, è veramente bravissimo: è facile lavorare con lui, tanto che ogni volta che arrivo al palazzetto ho grande voglia di allenarmi ed apprendere facendo ogni giorno di più”. Per chiudere un pensiero rivolto ai tifosi della Callipo. “Ci mancano molto: mando a loro un grandissimo abbraccio. Ci dispiace tanto che non possano seguirci anche durante gli allenamenti ma leggendo tutti i messaggi sui canali social della Tonno Callipo e sui miei personali li sento vicini e mi trasmettono entusiasmo. Sono molto felice che seppur a distanza continuano ad incitarci con affetto”.

Insomma una Tonno Callipo supportata anche dall’energia e dal talento di questo giovane nazionale francese oltre che da Rossard, Aboubacar e Defalco ben messi nelle rispettive classifiche generali di rendimento e che non hanno assolutamente intenzione di fermarsi.

UFFICIO STAMPA

Rosita Mercatante

ufficiostampa@volleytonnocallipo.com

Articoli correlati